ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Blair insiste: una legge speciale contro il terrorismo

Lettura in corso:

Blair insiste: una legge speciale contro il terrorismo

Dimensioni di testo Aa Aa

Modificata e corretta la nuova legge antiterrorismo ritorna, in Gran Bretagna, all’attenzione della Camera dei Comuni. La Camera dei Lord ha emendato il testo originario, approvato la scorsa settimana dai Comuni, limitando il potere del ministro dell’interno e ampliando le competenze della magistratura. Un atteggiamento che non è piaciuto al premier britannico Tony Blair, strenuo difensore di una legislazione di emergenza come unico strumento efficace per combattere il terrorismo.

“Quello che stiamo cercando di fare è mettere la polizia nel centro delle città, vogliamo che i poliziotti in uniforme siano presenti sulle strade. Questo per combattere più efficacemente il crimine. Vogliamo che i cittadini si riapproprino delle città”. Ma contro la nuova legge si sono espressi, insieme a qualche associazione, anche alcuni deputati laburisti. La detenzione illimitata e senza processo, prevista dal provvedimento sponsorizzato da Blair, mal si coniuga con i diritti civili di cui la Gran Bretagna rivendica la patria.