ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Folla commossa ai funerali del giornalista ucciso in Azerbaijan

Lettura in corso:

Folla commossa ai funerali del giornalista ucciso in Azerbaijan

Dimensioni di testo Aa Aa

Funerali solenni per Elmar Huseinov, il giornalista ucciso nella serata di martedi a Baku, la capitale dell’Azerbaijan. Huseinov, 38 anni, era caporedattore di un agguerrito settimanale di opposizione, Monitor, un mezzo di informazione fortemente critico nei confronti del presidente Alyev.

Il padre del giornalista parla delle minacce e delle intimidazioni che Huseinov subiva da tempo: un problema denunciato anche dal Comitato di Helsinki per i Diritti Umani, secondo il quale “Helmar è stato vittima del suo impegno civico”. Altre prese di posizione sono giunte da intellettuali e giornalisti, convinti che l’omicidio si ricolleghi alla posizione politica del settimanale. La cerimonia funebre si è svolta nel silenzio e nella calma. Le forze dell’opposizione politica, infatti, hanno rimandato al prossimo 9 marzo una manifestazione unitaria di protesta. Il governo dal canto suo promette una inchiesta approfondita, ma finora non è stato compiuto alcun arresto. Sull’assassinio di Helmar Huseinov indaga anche l’FBI: l’ambasciata statunitense a Baku ha annunciato l’arrivo di un agente incaricato di affiancare le autorità.