ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli omosessuali spaccano la chiesa anglicana. E adesso si teme uno scisma.

Lettura in corso:

Gli omosessuali spaccano la chiesa anglicana. E adesso si teme uno scisma.

Dimensioni di testo Aa Aa

Al termine di un sinodo convocato d’urgenza in Irlanda del Nord, si è chiestoai prelati di Usa e Canada, ritenuti troppo liberali in materia,di uscire dal Consiglio consultivo anglicano fino al 2008, data in cui si deciderà se consumare o meno la scissione.

Già con l’ordinazione, nel 2003, a vescovo della diocesi del New Hampshire di Gene Robinson, dichiaratamente gay, vennero sollevate le prime perplessità. Ieri, l’arcivesco di Canterbury, Rowan Williams, riferendosi alla Chiesa statunitense e canadese ha dichiarato: “Conoscono il prezzo della loro scelta, il problema che si pone adesso è: dove vogliono collocarsi?”. All’irritazione dell’ala più conservatrice, rappresentata in maggiorparte delle chiese africane, ha contribuito anche la benedizione della diocesi del New Westminster, a Vancouver, delle unioni tra omosessuali.

Lo scisma sembra solo rimandato, l’ala degli anglicani più liberali non ha infatti alcuna intenzione di rivedere le sue posizioni: i suoi esponenti considerano Robinson un campione dei diritti umani.