ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Decorso post-operatorio regolare". Il papa non parla ma respira da solo

Lettura in corso:

"Decorso post-operatorio regolare". Il papa non parla ma respira da solo

Dimensioni di testo Aa Aa

Non parla ma respira senza l’uso di macchine, papa Giovanni Paolo Secondo. Il decorso post operatorio, dopo la tracheotomia di ieri sera, viene considerato soddisfacente dai medici, e ancor di più dal Vaticano, che in una nota diffusa in tarda mattinata scrive che il papa ha riposato in modo sereno e in mattinata “ha fatto colazione con buon appetito”.

Le notizie sulla salute del pontefice, diffuse simultaneamente al Vaticano e al Policlinico Gemelli hanno per il momento dissipato la preoccupazione sulle condizioni di Giovanni Paolo Secondo, che ha quasi ottantacinque anni. Joachim Navarro Valls, portavoce del papa, ha incontrato i giornalisti che “il decorso post operatorio continua in modo normale. Il papa respira da solo e le condizioni cardiocircolatorie sono buone. I medici gli hanno prescritto di rinunciare a parlare per alcuni giorni in modo da favorire il recupero della funzione delle laringe. Credo che il prossimo bollettino sarà emesso nei prossimi due giorni”. Ci si chiede ora fino a quando il papa, che da tempo è malato di parkinson, dovrà restare in ospedale e per quanto tempo sarà costretto a non poter parlare. Domande che lasciano lo stesso aperta la questione del recupero fisico del pontefice.