ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rallenta la locomotiva economica europea

Lettura in corso:

Rallenta la locomotiva economica europea

Dimensioni di testo Aa Aa

A trascinare verso il basso i conti dell’Eurozona, soprattutto la situazione della Germania, con il ristagno della domanda interna, un livello di disoccupazione da record e problemi sul piano sociale.

Per l’istituto di statistica europea, Eurostat, la crescita nell’ultimo trimestre del 2004 della zona euro, non supera lo 0,2 per cento. Poca cosa, rispetto al primo trimestre dello scorso anno quando si era registrato un piü 0.7%. Poi è stato un lento scivolare verso dati modesti. A mettere il freno alla crescita della zona euro dunque i conti della Germania, il cui peso economico grava per un terzo sul Pil prodotto dai Quindici. Secondo l’ufficio federale di statistica negli ultimi tre mesi del 2004 il Pil tedesco si è contratto di uno 0,2 per cento su base congiunturale dopo la crescita nulla del terzo trimestre, con conseguente rischio di chiudere in recessione anche il 2004. Di fronte a una situazione cosi cupa, l’unico ad avere un po’ di fiducia è il ministro dell’economia Wolfang Clement che ha assicurato una ripresa dell’economia tedesca in tempi brevi. Anche l’Italia archivia il 2004 sotto i peggiori auspici, spinta al ribasso anche da una nuova contrazione dell’industria e dai pessimi risultati del settore manifatturiero.