ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Argentina: rivolta in un carcere. Direttore ostaggio dei detenuti

Lettura in corso:

Argentina: rivolta in un carcere. Direttore ostaggio dei detenuti

Dimensioni di testo Aa Aa

Almeno 8 morti, 25 guardie carcerarie nelle mani dei rivoltosi. Una situazione che di ora in ora rischia di aggravarsi. Continua, nel carcere di San Martin, a Cordoba, in Argentina, la rivolta scoppiata ieri pomeriggio intorno alle 16. I detenuti chiedono migliori condizioni di vita all’interno della prigione dove sono rinchiusi 2000 condannati per reati gravi, molti all’ergastolo. L’edificio, uno dei cinque presenti in città, potrebbe ospitare un massimo di 700 detenuti.

Il tentativo di un gruppo di teste di cuoio di riprendere il controllo della situazione è fallito. I rivoltosi sono armati e non hanno esitato ad utilizzare bastoni, pistole e mitragliatrici contro gli ostaggi e le forze dell’ordine. All’esterno del carcere un centinaio di familiari ha tentato di impedire alle squadre speciali della polizia di far fuoco sui detenuti in rivolta. Il governo argentino, che segue passo dopo passo l’evolversi della situazione, parla per il momento di tre vittime ma ammette che il bilancio potrebbe essere più grave.