ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Misure di sicurezza carenti la causa del rogo del traforo del Monte Bianco

Lettura in corso:

Misure di sicurezza carenti la causa del rogo del traforo del Monte Bianco

Dimensioni di testo Aa Aa

La tragedia si sarebbe potuta evitare. I commissari incaricati dell’inchiesta sul rogo del traforo del monte Bianco hanno spiegato ai giudici di Bonneville, in Francia, che 39 persone sono morte per carenze nella gestione del tunnel.Il processo sull’incendio del 24 marzo 99, aperto lunedi’, vede 200 parti civili e 180 testimoni.

Sotto accusa 12 persone fisiche e quattro giuridiche.Tra gli imputati, l’autista belga del camion da cui si è propagato l’incendio e la casa produttrice Volvo. Il mezzo trasportava margarina, dietro di lui hanno preso fuoco un camion carico di cloro e una trentina di veicoli. Le fiamme non si sono spente per tre giorni.Il traforo era dotato di rifugi ogni 600 metri, ma chi vi si è riparato ha perso la vita.

A completare la tragedia un sistema di ventilazione scadente e soccorsi lenti. Ne risponderanno ora ai giudici i gestori del tunnelAnche se in ritardo si è corsi ora ai ripari. Ecco i nuovi rifugi del traforo: si tratta di corridoi areati che, a differenza dei precedenti, comunicano con l’esterno.Dopo la tragedia si è deciso infine di investire sulla formazione dei vigili del fuoco. Degli esercizi di simulazione li preparano ora a reagire a questo tipo di emergenza. Perchè non arrivino mai piu’ troppo tardi.