ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A tre giorni dal voto in Iraq si completano i preparativi

Lettura in corso:

A tre giorni dal voto in Iraq si completano i preparativi

Dimensioni di testo Aa Aa

La macchina elettorale si sta mettendo in moto per permettere ai 14 milioni di iracheni iscritti sulle liste di recarsi domenica ai seggi. Decine di migliaia di urne e venti milioni di schede elettorali vengono recapitate in queste ore in tutto il Paese. Un compito reso difficile dagli attacchi incessanti della guerriglia che mirano a far fallire le prime elezioni del dopo Saddam. Lo stesso presidente Bush ha rivolto un appello ai cittadini iracheni.

“Ci aspettiamo che saranno in molti ad andare a votare. Anche se la paura tra la gente è diffusa. I sondaggi d’opinione mostrano che in Iraq c‘è molta voglia di democrazia ma le intimidazioni verso gli elettori sono tante. Vi incoraggio fortemente ad andare a votare se no si rischia di fare il gioco dei terroristi. Questi non hanno a cuore l’interesse del popolo iracheno e nella loro agenda non c‘è la visione di un futuro migliore”. In questi giorni si sono visti militari americani fare volantinaggio pro voto, Cosa che non è piaciuta ai responsabili della divisione di assistenza elettorale delle nazioni unite che hanno messo in guardia contro l’eccesso di zelo statunitense. Le elezioni, dicono all’Onu, sono una questione interna all’Iraq e gli inviti americani potrebbero sortire l’effetto contrario.