ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riavviato il dialogo israelo-palestinese. Tra una settimana il secondo round

Lettura in corso:

Riavviato il dialogo israelo-palestinese. Tra una settimana il secondo round

Dimensioni di testo Aa Aa

Il ministro palestinese per i negoziati Saeb Erekat e il consigliere israeliano Dov Weisglass hanno concluso il loro primo incontro dopo la decisione presa stamattina dal premier israeliano Sharon di ripristinare i contatti con la dirigenza palestinese. Ma l’uccisione di una bambina palestinese di tre anni nella striscia di Gaza rischia di minare i progressi di questi giorni.

Il premier dell’Anp Ahmed Qorei ha accusato: “Ieri gli israeliani hanno arrestato 45 persone nella striscia di Gaza. Noi stiamo facendo degli sforzi, e loro compiono incursioni, uccisioni e arresti”.Per Israele la piccola è stata colpita da pallottole sparate dai soldati in risposta a tiri di mortaio o razzi palestinesi. Il vice primo ministro israeliano Shimon Peres è tornato oggi a parlare del ritiro da Gaza, che, ha detto, “nel momento in cui sarà attuato, diventerà non più unilaterale ma bilaterale”, perché “non possiamo ritirarci da Gaza senza aver raggiunto un accordo con l’Autorità palestinese”.

Intanto è cominciato lo spiegamento degli agenti della sicurezza palestinese nel sud della striscia di Gaza, come deciso nell’incontro di ieri sera tra responsabili palestinesi e israeliani, con lo scopo di impedire i tiri degli attivisti verso il territorio israeliano, come già accade nella parte settentrionale.Per la settimana prossima, è previsto il secondo tour dei colloqui tra i negoziatori, per preparare l’incontro di Sharon con il presidente palestinese Mahmud Abbas.