ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tsunami: i paesi del su est asiatico vogliono rilanciare il turismo

Lettura in corso:

Tsunami: i paesi del su est asiatico vogliono rilanciare il turismo

Dimensioni di testo Aa Aa

Un mese dopo la tragedia, i paesi asiatici vittime del maremoto puntano a rilanciare la ricca industria del turismo. Il messaggio arriva dalla conferenza dell’Asean, l’associazione che raggruppa i paesi del sud est asiatico, in corso in Malaysia.Lo scopo principale resta quello di convincere i grandi tour operator a far si che i turisti ritrovino la via delle prenotazioni.

Secondo il vice ministro thailandese è importante che i turisti ritornino in tempi brevi nei luoghi paradisiaci del sud es asiatico dove la situazione sta progressivamente migliorando. Un fenomeno quello turistico che già nel 2003 aveva subito i contraccolpi dell’influenza aviaria con soli 37 milioni di visitatori. Nel 2004 invece, la cifra dovrebbe assestarsi sui 45 milioni mentre per l’anno in corso le previsioni sono per almeno 50 milioni i turisti attesi nei paesi del Sud est asiatico. Un quadro tutto sommato abbastanza ottimistico. Le condizioni per una ricostruzioni in tempi rapidi ci sono tutte. E ‘questo in sostanza il messaggio lanciato dal rappresentante della federanzione degli agenti di viaggioC’ è in Europa un grande senso della solidarietà verso i paesi colpiti dallo tsunami come dimostrano le numerose raccolte di fondi e i turisti dimenticano presto le tragedie Il turismo è una voce molto importante, se non la piu importante, per l’economia da queste parti: un calo dei visitatori significherebbe una altra catastrofe