ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: liberato l'arcivescovo rapito a Mosul

Lettura in corso:

Iraq: liberato l'arcivescovo rapito a Mosul

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato rilasciato Basile Georges Casmussa, l’arcivescovo di Mosul rapito ieri in Iraq. Per la sua liberazione i rapitori avevano chiesto un riscatto di 200mila dollari, che non sarebbe stato pagato.

Monsignor Casmussa, 66 anni, era il piu’ alto prelato nelle mani della guerriglia, da quando la minoranza cattolica è entrata nel mirino dei ribelli. La guerra al terrorismo, lanciata da Stati Uniti e alleati, ha avuto tra le conseguenze il moltiplicarsi di attacchi alla minoranza cristiana, tollerata sotto Saddam. E stamattina a Bagdad un’autobomba è esplosa davanti alla sede del principale partito sciita, il Consiglio Supremo della Rivoluzione Islamica in Iraq. Bilancio: un morto e due feriti. Tre settimane fa il numero uno del partito era stato l’obiettivo di un attentato in cui morirono 13 persone. Si tratta della formazione politica data per favorita alle elezioni del 30 gennaio prossimo.