ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riesplode la violenza nel Caucaso. Scontri nel Daghestan

Lettura in corso:

Riesplode la violenza nel Caucaso. Scontri nel Daghestan

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo un assedio durato quindici ore, le forze armate russe hanno raso al suolo una casa del centro di Mahc kala, la capitale del Daghestan, dove si rifugiava un gruppo di cinque ribelli islamici wahabiti. Negli scontri hanno perso la vita quattro soldati russi e uno dei ribelli.

Il Daghestan, una repubblica del sud della federazione russa, che confina con la Cecenia, da dieci anni è teatro di scontri tra l’esercito russo e bande armate locali e cecene. Nell’assedio al rifugio, dove i ribelli si erano asseragliati fin dalla notte tra venerdi’ e sabato, i soldati russi si sono serviti prima di razzi anticarro, ma senza successo. In seguito un carro armato dell’esercito russo ha raso al suolo la casa, mentre dai sotterranei i ribelli aprivavano nuovamente il fuoco. I cinque terroristi avevano preso degli ostaggi, che poi hanno rilasciato dichiarandoli “combattenti per l’islam”.