ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Apre a Copenhagen la criticatissima Opera


mondo

Apre a Copenhagen la criticatissima Opera

Un tostapane, oppure una stazione ferroviaria. Sono solo alcuni dei poco lusinghieri nomignoli affibbiati al nuovo teatro dell’Opera di Copenhagen, in Danimarca, che ha aperto i battenti questo fine settimana. La struttura ha scatenato una ridda di polemiche per la sua avveniristica concezione architettonica. Il battesimo sabato sera alla presenza di alcune teste coronate come la regina Margarethe accolta da Maersk McKinney Moeller, il mecenate che, con una donazione di oltre 330 milioni di euro ha reso possibile il progetto, ma ha anche imposto le controverse linee guida della costruzione. La struttura in vetro, acciaio e marmo di 41.000 metri quadrati è opera dell’architetto Henning Larsen. Un luogo dove qualsiasi artista vorrebbe esibirsi come afferma il ballerino Nikolaj Hubbe: “Non ho mai provato le sensazioni che ho avuto su questo palcoscenico. Che magnetismo, che magia. È davvero fantastico”.

L’opera, che può ospitare 1450 persone, verrà gestita dal comune di Copenhagen e dal governo danese. Il costo delle spese è stato stimato in oltre tredici milioni di euro annui, che lo rendono uno dei teatri più ricchi d’Europa.
Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

L'Eta apre al dialogo, ma non depone le armi