ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il Club di Parigi decide il congelamento del debito dei paesi disastrati dallo tsunami


mondo

Il Club di Parigi decide il congelamento del debito dei paesi disastrati dallo tsunami

Di fronte alle richieste dell’Onu per il sud-est asiatico i governi hanno aperto il portafoglio. Ieri a Ginevra alla conferenza dei donatori hanno accettato di versare immediatamente aiuti per oltre mezzo miliardo di euro, vale a dire il 70% dei contributi che l’Onu aveva chiesto per i primi interventi di emergenza.

Jan Egeland, responsabile del settore aiuti, si è congratulato per i tempi record: “717 milioni di dollari sono stati concretamente impegnati, ha detto. Non era mai successo di avere così presto a disposizione una tale somma da spendere nell’immediato”. I contributi promessi a vario titolo e con scadenze diverse ammontano in totale a circa sette miliardi e mezzo di euro. In passato, in occasione di altre crisi, gli impegni non sono mai stati rispettati integralmente. E oggi, alla riunione del Club di Parigi, l’organizzazione dei principali paesi creditori mondiali, si è deciso su proposta della Francia il congelamento del debito delle nazioni colpite dal maremoto.
Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Russia e Turchia da nemici ad alleati economici: Erdogan in visita a Mosca