ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medio Oriente: Abbas invitato alla Casa Bianca

Lettura in corso:

Medio Oriente: Abbas invitato alla Casa Bianca

Dimensioni di testo Aa Aa

Quotazioni in rialzo per le speranze di pace in Medio Oriente dopo la giornata febbrile di lunedì. L’elezione del moderato Mahmoud Abbas a presidente dell’Anp e il varo del governo di unità nazionale in Israele dovrebbero infatti dare una svolta al processo di pace nella regione.

Abbas eletto con il 62,3 % dei voti e che ha dichiarato di offrire la mano in segno di pace a Israele, ha ricevuto le congratulazioni dallo stesso Bush che ha confermato la volontà di invitarlo a Washington. A lui il compito adesso di smilitarizzare l’Intifada e di far confluire nelle strutture di vertice dell’Anp Hamas e i gruppi che predicano la lotta armata. Compito non semplice ma condizione sine qua non posta da Israele, che con la fiducia ieri della Knesst al governo di unità nazionale, si prepara dal canto suo a attuare il piano di ritiro unilaterale da Gaza. Un segno di buona volontà, il piano, che non è stato però indolore. Il premier Sharon ha dovuto fare i conti con le forze di opposizione interne. E sull’orlo della crisi ha aperto le porte del governo ai laburisti di Peres e agli ultraortodossi del Fronte unito della Torah. Ieri la Knesset ha detto sì alla nuova coalizione di governo con 58 voti a favore e 56 contrari.