ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dopo i minuti di raccoglimento la Commissione ha ripreso la propria attività,

Lettura in corso:

Dopo i minuti di raccoglimento la Commissione ha ripreso la propria attività,

Dimensioni di testo Aa Aa

incessante sin dal giorno della catastrofe.

Oltre all’ufficio per gli aiuti umanitari l’Echo, già esistente, la Commissione ha creato un’apposita cellula di crisi per coordinare gli aiuti dei paesi membri destinati al sud est asiatico. La Commissione ha comunque respinto le accuse di mancanza di coordinazione e di ritardi nell’inviare aiuti che le sono piovute addosso da piu’ parti sottolineando che il ruolo di coordinatore nella regione spetta solo alle Nazioni Unite. 21“Poche ore dopo essere stati informati della – spiega Stavros Dimas, commissario europeo per l’ambiente – abbiamo mandato degli esperti nell’area, che assieme agli esperti degli Stati Uniti già sul posto, ci hanno informato sul da farsi.C‘è stata un’ottima cooperazione e coordinazione con gli stati membri. Quasi tutti hanno mandato sul posto aiuti, assistenza e personale.” Salgono a 436 milioni di euro gli aiuti promessi dai 25 stati membri dell’Unione per i paesi colpiti dallo Tsunami. Nella cifra sono inclusi i duecento milioni di euro che l’Unione ha annunciato di poter sbloccare come aiuto supplementare nei prossimi gironi, attingendo ai fondi comunitari d’emergenza. Fondi che richiedono il via libera oltre che dalla Commissione, anche dall’Europarlamento e dal Consiglio dell’Unione