ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Zone devastate da, donati due miliardi di dollari

Lettura in corso:

Zone devastate da, donati due miliardi di dollari

Dimensioni di testo Aa Aa

Quella nel sud est asiatico è la più grande operazione umanitaria che l’Onu ha dovuto affrontare nella sua storia.

La macchina degli aiuti e dei soccorsi si è messa in moto immediatamente ma la buona volontà è ostacolata da forti piogge e nuove inondazioni che rendono irraggiungibili molte zone dei paesi devastati. Nello Sri Lanka, così come nella parte più settentrionale dell’isola di Sumatra, ci sono zone completamente isolate. Nelle situazioni più critiche gli aiuti umanitari vengono lanciati a terra dagli elicotteri. Non si esclude tuttavia la possibilità che alcuni villaggi possano essere raggiunti non prima di una decina di giorni. Ci vorranno comunque almeno due settimane per ripristinare la rete viaria in queste zone.. Di fronte a un bilancio delle vittime che sfiora i 130 mila morti e danni ancora incalcolabili, la solidarietà internazionale non si è fatta attendere. La comunità internazionale ha stanziato due miliardi di dollari, cui devono aggiungersi le generose donazioni raccolte in mezzo mondo. Difficile invece stimare quanto ci vorrà per la ricostruzione. Il segretario generale dell’Onu Kofi Annan ha parlato di cinque, dieci anni.