ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tutto il mondo si mobilita per le popolazioni del sud-est asiatico

Lettura in corso:

Tutto il mondo si mobilita per le popolazioni del sud-est asiatico

Dimensioni di testo Aa Aa

1,2 miliardi di dollari. È la cifra stanziata dai governi di una 40ina di paesi di tutto il mondo per venire incontro alle esigenze delle località colpite dallo tsunami. Ma la cifra è destinata ad aumentare: il Giappone ha annunciato di aver messo a diposizione altri 500 milioni. E agli stanziamenti pubblici devono essere sommati gli aiuti privati: il cui ammontare esatto non è stato ancora calcolato ma continua a salire.

Gli Stati Uniti hanno dato il buon esempio portando a 350 milioni la somma destinata alle popolazione colpite. Due C130 dell’aeronutica militare americana hanno trasportato a Jakarta, capitale dell’Indonesia, viveri, generi di prima necessità e farmaci. 5 elicotteri decollati dalla portaerei Abramo Lincoln li stanno trasferendo nelle zone più difficili da raggiungere. “La generosità degli americani non si ferma qui – ha affermato il segretario di stato Colin Powell – ora si tratta di definire un programma di aiuti a lungo termine per dare il via alla ricostruzione”. Un progetto che dovrà essere gestito dalle Nazioni Unite: su questo punto, tutti i paesi donatori sono d’accordo. Mobilitate anche le organizzazioni non governative cui si sono rivolte le grandi aziende private per far arrivare a destinazione gli aiuti.