ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca: il gioiello di Yukos venduto a una società sconosciuta

Lettura in corso:

Mosca: il gioiello di Yukos venduto a una società sconosciuta

Dimensioni di testo Aa Aa

Un vero colpo di scena la vendita all’asta di Yugansk, principale filiale del gruppo petrolifero Yukos, alla sconosciuta Baikal.

Contro ogni previsione, oggi pomeriggio a Mosca, la società che avrebbe base a Tver, nel nord ovest del paese, si è aggiudicata la Yugansk per oltre 9 mila miliardi di dollari. Fino all’apertura dell’asta la grande favorita era la Gasprom, il colosso pubblico russo del gas. Ma a fermare la sua corsa, è stata la giustizia americana, che qualche giorno fa aveva ordinato la sospensione dell’asta. Non si è piegato il Cremlino, ma a fare un passo indietro è stato il consorzio di banche occidentali, con la Deutsche Bank in testa, che ha bloccato i dieci miliardi di euro da prestare a Gazprom. Il futuro di Yukos è adesso nelle mani di un neonato gruppo, di facciata sostengono molti, che stando alla legislazione russa, se non dovesse pagare quanto dovuto nei prossimi mesi passerebbe sotto il controllo statale. La Yukos non si arrende. Annuncia che intraprederà tutte le azioni legali possibili contro una vendita che ritiene illegale.