ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ricordata in Belgio la battaglia delle Ardenne

Lettura in corso:

Ricordata in Belgio la battaglia delle Ardenne

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella notte tra il 15 e il 16 dicembre 1944 cominciò uno degli scontri più cruenti della seconda guerra mondiale: la battaglia delle Ardenne.Sessant’anni dopo a Bastogne, in Belgio, una cerimonia ha ricordato quei tragici fatti e le decine di migliaia di vittime nei ranghi degli eserciti tedesco e americano.

Guadelupe Flores faceva parte della centounesima divisione aviotrasportata americana schierata quel giorno nei pressi di Bastogne: “È molto bello ritrovarsi qui. Il popolo belga è stato meravigliosa con noi solfati. Per me è come tornare a casa”. “Ha cominciato a parlare della battaglia solo tre anni fa – ha raccontato la nipotina del soldato Flores – Ma è compresibile, per lui deve essere stata molto dura”. Hitler che vedeva l’avanzata degli alleati farsi sempre più minacciosa decise di sferrare una controffensiva per riprendere il Belgio e in particolare i depositi di carburante di Anversa. Ma i 250.000 soldati tedeschi al termine di una battaglia durata un mese e mezzo furono fermati. Negli scontri andarono distrutti 1.300 carri armati, 6.000 altri veicoli, 1.280 aerei e 11.000 abitazioni. Furono molti gli episodi celebri della battaglia: per esempio, la reazione dal generale americano Anthony McAuliffe, che di fronte all’ultimatum inviato dai tedeschi con la richiesta di arrendersi, scrisse ‘nuts’, balle.