ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra: la Law Lords boccia la legislazione anti-terrorismo

Lettura in corso:

Londra: la Law Lords boccia la legislazione anti-terrorismo

Dimensioni di testo Aa Aa

È illegale la legislazione britannica antiterrorismo che permette di incarcerare sospetti stranieri senza incriminazione e senza processo. Così si è espressa la Law Lords, massima istanza giudiziaria britannica. La legislazione, stando ai giudici dell’Alta corte, è incompatibile con la Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

Si tratta dell’ultimo stadio del ricorso presentato da nove stranieri, detenuti da oltre tre anni nel carcere di Belmarsh, a Londra. Il primo verdetto della Commissione immigrazione, nel luglio del 2002, aveva ritenuto inaccettabile la disparità di trattamento cui erano sottoposti britannici e stranieri.

Lo stesso ministero dell’Interno aveva fatto ricorso presso la corte d’appello, ottenendo, nell’ottobre dello stesso anno, il nullaosta alla legge. Belmarsh, è stata soprannominata la Guantanamo britannica dagli attivisti dei diritti dell’uomo, che da tempo si battevano contro la legge anti-terrorismo adottata Oltremanica all’indomani dell’11 settembre.