ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia-Unione Europea: Ankara non cede alle pressioni di Bruxelles su Cipro

Lettura in corso:

Turchia-Unione Europea: Ankara non cede alle pressioni di Bruxelles su Cipro

Dimensioni di testo Aa Aa

È ancora Cipro al centro dei tesi colloqui a Bruxelles tra il premier turco Ergogan e i massimi vertici europei, incontratisi per trovare la formula che meglio definisca la futura adesione della Turchia all’Unione Europea.

Bruxelles dovrebbe comunicare nel prossimo vertice del 16 e 17 dicembre la data dell’avvio dei negoziati. Ankara punta a un’adesione a pieno titolo, non a un semplice partenariato privilegiato, come caldeggiato da Austria e Danimarca. Ma c‘è l’annosa questione di Cipro. Jose Manuel Barroso, presidente della Commissione Europea ha chiesto almeno un gesto da parte di Ankara, un segno del riconoscimento della Repubblica greco cipriota, come richiesto dai Venticinque. Ma Erdogan è stato chiaro: “non prenderemo alcuna iniziativa su Cipro.” Su questo rischia dunque di incagliarsi il vertice della prossima settimana. A più riprese Nicosia ha già ventilato che potrebbe porre un veto all’avvio dei negoziati. Quanto alla possibilità di un partenariato piuttosto che di un’adesione vera e propria potrebbero propendervi anche Francia e Germania, con l’opposizione tedesca contro l’entrata nell’Unione Europea di un paese che nel 2015 conterà oltre ottanta milioni di mussulmani.