ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Onu appoggia in modo incondizionato l'operato di Kofi Annan

Lettura in corso:

L'Onu appoggia in modo incondizionato l'operato di Kofi Annan

Dimensioni di testo Aa Aa

Dall’assemblea generale delle Nazioni Unite giunge un inatteso sostegno al segretario Kofi Annan da tempo nel mirino degli Stati Uniti. Il paese primo finanziatore del palazzo di vetro non fa mistero da mesi di non gradire più il ghanese alla guida dell’Onu. Washington, che rinfaccia ad Annan il suo no alla guerra in Iraq, ha accusato di malversazione il figlio Kojo , per lo scandalo degli aiuti umanitari a Baghdad “petrolio in cambio di cibo”.

All’ultima riunione plenaria delle Nazioni Unite, Annan aveva appena finito di parlare quando quello che sembrava un semplice applauso al termine di un intervento di routine, ha assunto un significato tutto diverso. Su stimolo di alcuni delegati africani l’assemblea ha tributato una standing ovation al segretario. Il gabonese Jean Ping non ha potuto fare a meno di sottolineare il gesto dell’assemblea. Un riconoscimento dell’ottimo lavoro svolto. La guerra fra il palazzo di vetro e gli Stati Uniti però, va avanti. La maggioranza repubblicana mal digerisce le posizioni anti interventiste di Annan e ne ha domandato le dimissioni.