ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, Yushenko non riconosce la sconfitta e proclama lo sciopero generale

Lettura in corso:

Ucraina, Yushenko non riconosce la sconfitta e proclama lo sciopero generale

Dimensioni di testo Aa Aa

Yushenko non riconosce la vittoria di Yanukòvic e lancia la parola d’ordine dello sciopero generale. Per la quarta notte in piazza dell’Indipendenza, nella capitale dell’Ucraìna, sono rimasti migliaia di sostenitori del candidato liberale, ancora più determinati dopo la proclamazione ufficiale della vittoria di Yanukòvic

Il braccio di ferro finora non è sfociato in scontro aperto, ma neppure una trattativa credibile è stata avviata. Il leader dei liberali, alla testa di una coalizione dell’opposizione, ha parlato ieri sera davanti a 200 mila persone. “Vi prometto che dopo la decisione della Commissione il mio impegno nella lotta contro il regime sarà ancora più determinato e netto”, ha detto Yushenko. “Non riconosciamo i risultati che sono stati presentati ufficialmente” ha aggiunto, per poi alzare il tiro: “Il Comitato di salvezza nazionale annuncia una mobilitazione per uno sciopero generale”. Nella piazza di Kiev si è raccolta una grande fetta della società ucraìna. Ci sono i minatori e i docenti universitari, tutti coordinati da un cartello di associazioni, Porà, che riunisce quattrocento gruppi. A dare sostegno agli arancioni sono arrivati anche dall’estero personaggi popolari dello sport e dello spettacolo. Ruslana, la giovane cantante vincitrice dell’Eurofestival di quest’anno, ha annunciato uno sciopero della fame, “fino a quando Yushenko non sarà riconosciuto presidente”.