ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi ucraina: mediatore internazionale cercasi

Lettura in corso:

Crisi ucraina: mediatore internazionale cercasi

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella piazza stracolma di manifestanti, a Kiev, stamane il leader dell’opposizione Yushenko è arrivato con un sostenitore illustre: Lech Walesa. L’ex presidente polacco, presentato come un eroe, ha riscaldato gli animi dell’intera piazza.

Chiamato dall’opposizione ucraina, l’ex leader di Solidarnosc, tenterà la via della mediazione tra i due rivali politici, per mettere fine alla crisiscoppiata dopo la consultazione elettorale che ha decretato Ianukovic, candidato filo russo. Yushenko inoltre ha chiesto nel corso del suo intervento di oggi un mediatore internazionale per risolvere lo scontro politico in modo pacifico. Quella che è stata ribatezzata la rivoluzione arancione prosegue con lo sciopero generale indetto ieri da Yushenko. L’opposizione sta cercando di bloccare le autostrade di molte regioni del paese, soprattutto a ovest, est e nord. Già da giorni le università e le scuole sono chiuse e moltissimi studenti partecipano alla mobilitazione. Oggi il leader dell’opposizione ha compiuto un nuovo passo per chiedere che la consultazione venga invalidata per brogli, presentando un ricorso alla corte suprema ucraina.