ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Deutsche Telekom alla sbarra per false informazioni agli azionisti

Lettura in corso:

Deutsche Telekom alla sbarra per false informazioni agli azionisti

Dimensioni di testo Aa Aa

I piccoli azionisti portano in Tribunale Deutsche Telekom, il primo operatore telefonico europeo. 15 mila persone accusano il gruppo tedesco di aver collocato 15 miliardi di euro di azioni nel 2000 a un quadruplo del loro valore reale.

Per il portavoce dei piccoli azionisti non ci sono dubbi: sono stati truffati perchè Telekom avrebbe gonfiato il valore dei propri immobili per anni, nascondendo le trattative che hanno portato all’acquisizione dell’americana VoiceStream. Operazione considerata la causa del crollo delle azioni. Il Tribunale di Francoforte ha scelto 10 casi modello tra le oltre 2000 cause intentate contro Telekom. I giudici dovranno decidere se dare il via al processo o se archiviare le denunce. Il Gruppo tedesco, attraverso il suo numero uno, Kai Uwe Ricke, respinge le accuse e pur ammettendo che i piccoli azionisti acquistarono il titolo quadruplicato rispetto al valore attuale, sostiene che non ci sia stata alcuna truffa. Se il prezzo delle azioni è crollato la colpa è della bolla speculativa di Internet e non di Deutsche Telekom.