ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Annan: "Elezioni regolari in Iraq solo se ci sarà la riconciliazione"

Lettura in corso:

Annan: "Elezioni regolari in Iraq solo se ci sarà la riconciliazione"

Dimensioni di testo Aa Aa

Riconciliazione nazionale: con queste parole d’ordine si è aperta a Sharm el Sheikh la seconda e ultima giornata della Conferenza Internazionale sull’Iraq. A pronunciarle è stato il Segretario Generale dell’Onu Kofi Annan, secondo il quale si potranno tenere elezioni regolari, il prossimo 30 gennaio, soltanto incoraggiando i vari gruppi iracheni a partecipare al processo di riconciliazione interna.

Venti ministri degli esteri dei paesi del G8, degli stati arabi e diverse organizzazioni internazionali sono riuniti da ieri sulla costa meridionale del Sinai egiziano per discutere del futuro del paese. Da Annan è giunta anche la critica, indiretta, al governo ad interim che ha permesso le offensive militari contro Falluja e altre città sunnite. Operazioni che hanno portato partiti e movimenti sunniti all’annuncio del boicottagio delle prossime elezioni, come temuto da Annan. Dal canto loro, i paesi arabi, in testa i sauditi, insistono sul fatto che sia piu importante garantire una partecipazione massiccia alle elezioni piuttosto che voler fissare a tutti i costi una data.