ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Presidenziali ucraine, il premier Yanukovic in testa di un soffio

Lettura in corso:

Presidenziali ucraine, il premier Yanukovic in testa di un soffio

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella piazza principale di Kiev i sostenitori di Viktor Iuscenko hanno festeggiato. Gli exit poll davano il loro beniamino vincitore con un largo margine alle presidenziali ucraíne. Ma i risultati ufficiali parziali del ballottaggio raccontano tutta un’altra storia. E’ il primo ministro Viktor Yanukovic in testa, se pure di un soffio, meno di un punto percentuale, con circa i due terzi delle schede scrutinate.Il leader dell’opposizione liberal nazionalista ha accusato le autorità di falsificare il risultato elettorale. E ha chiesto ai suoi fan di manifestare pacificamente. Loro assicurano che non si muoveranno dalla piazza Indipendenza fino alla dichiarazione della vittoria.Per tutta la durata della campagna elettorale, Iuscenko aveva messo in guardia il governo dal tentare di forzare il risultato elettorale.

D’altronde anche in occasione del primo turno del 31 ottobre, il premier Yanukovic veniva dato in testa finché, 10 giorni dopo, non giunse la notizia che era arrivato secondo, se pur di mezzo punto percentuale.Il lavoro dei circa 5 ila osservatori internazionali si sta rivelando, come previsto, difficile. Decine le denunce per intimidazioni messe in atto da poliziotti. Centinaia i casi, sospetti, di elettori malati che hanno chiesto di votare da casa.“E’ un problema serio – dice un funzionario dell’Osce – dobbiamo lavorare per avere piú accurate liste elettorali. Siamo preoccupati soprattutto per il gran numero di certificati di voto per corrispondenza, rilasciati senza regole precise né possibilità di controlli efficaci”.La Commissione elettorale centrale ha annunciato tassi di partecipazione alle urne altissimi, fino al 97 per cento in alcune regioni, piú di quanto avveniva in epoca sovietica. Anche questo un sintomo di possibili brogli.