ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: aperti i seggi per le presidenziali, 37.600.000 al voto

Lettura in corso:

Ucraina: aperti i seggi per le presidenziali, 37.600.000 al voto

Dimensioni di testo Aa Aa

Seggi aperti, in Ucraina, per il secondo turno delle elezioni presidenziali: due i candidati in lizza, il premier attuale e un ex capo del governo. I seggi, 33.000, resteranno aperti fino alle 20 di questa sera, per un voto che rischia di spaccare il paese.

Viktor Yanukovic, attualmente a capo del governo, è il candidato del presidente Kuchma, il cui operato è stato più volte criticato in occidente, e soprattutto dalle istituzioni e dai politici europei. Yanukovic è un candidato che piace anche a Mosca, o più che altro è Viktor Yushenko che a Mosca non piace. Yushenko, ex premier, politicamente guarda all’Europa, ed è anche per questo che una sua vittoria potrebbe dar fastidio a Mosca. Ma c‘è di più: il Cremlino vuole tranquillità nel paese vicino, e forse ritiene che questa debba passare dalla continuità. Yushenko ha contestato il primo turno elettorale, ha lamentato brogli, e ha detto che porterà milioni di persone in piazza, se la cosa dovesse ripetersi ora. Il presidente Kuchma ha parlato a reti unificate: ha invitato tutti alla calma, ha avvertito che si potranno ritenere validi solo i risultati annunciati ufficialmente dalla commissione elettorale centrale. L’Osce ha pesantemente criticato il primo turno elettorale, che ha visto il candidato del presidente in testa di pochissimo. Gli osservatori internazionali sono quasi 5.000, e la tensione tra gli oltre 37 milioni di elettori è alta.