ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ecofin bacchetta la Grecia

Lettura in corso:

L'Ecofin bacchetta la Grecia

Dimensioni di testo Aa Aa

La Grecia si rimetta in regola e rientri nei limiti del patto di stabilità. A Bruxelles i ministri delle finanze europei hanno invitato il governo greco a ridurre il deficit eccessivo. L’Ecofin tuttavia non ha annunciato nessun nuova sanzione dopo lo scandalo emerso dalla revisione dei conti greci.

Atene ha aderito all’euro nel 2002, ma in realtà, secondo il rapporto presentato da Eurostat, i suoi bilanci, sforavano il limite del 3% del rapporto deficit/prodotto interno lordo. Fin dal ’97 le cifre presentate dal governo greco, erano molto inferiori al calcolo effettuato ora dagli esperti europei. Gli errori del governo greco sarebbero dovuti ad una valutazione sbagliata delle spese militari, dei fondi per la sicurezza sociale e delle entrate dell’IVA. Atene non avrebbe applicato le regole europee introdotte nel marzo 2000, cioé pochi mesi prima che la sua domanda di entrare in eurolandia fosse accettata. L’adesione all’Euro della Grecia non puó piú essere rimessa in discussione, perché non ci sono le basi legali, ha spiegato un portavoce della commissione.Del resto si sta studiando una riforma del patto di stabilità, poiché molti paesi di eurolandia hanno violato i limiti.