ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: "La morte di Arafat, una svolta per il Medio Oriente"

Lettura in corso:

Israele: "La morte di Arafat, una svolta per il Medio Oriente"

Dimensioni di testo Aa Aa

Quello che per i palestinesi è un giorno di lutto, per gli israeliani è un momento di gioia e speranza. Secondo Ariel Sharon la morte di Arafat potrebbe rappresentare una svolta per il Medioriente se i nuovi leader palestinesi dichiereranno guerra al terrorismo e ha aggiunto: “Continueranno gli sforzi per trovare un accordo politico con i palestinesi, il piú rapidamente possibile”. Ancora piú dura la reazione delle organizzazioni di coloni israeliani, per i quali è morto un assassino di ebrei: loro auspicano che la morte del leader palestinese blocchi il piano di evacuazione nella Striscia di Gaza.

Sulla stessa linea, anche la reazione del ministro della giustizia israeliano Yosef Lapid: “Arafat ha lasciato sfuggire la possibilità di avere la pace in Medioriente e nello stato palestinese. Ha scelto l’arma del terrore, non solo contro Israele, ma anche contro il resto delle civiltà. E’ stato il padre spirituale di Al Qaeda e Bin Laden. Forse soltanto adesso avremo la nuova opportunità di cominciare a parlare ocn i palestinesi, che vogliono sinceramente la pace”. L’annuncio della morte di Arafat ha avuto la prima conseguenza di rafforzare i controlli e la presenza di soldati in Cisgiordania e Striscia di Gaza. Gli Israeliani temono che la sepoltura del raís, richiamando a Ramallah la totalità della frastagliata realtà palestinese, possa finire per consolidare i gruppi estremisti.