ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: un'altra giornata di combattimenti e attentati

Lettura in corso:

Iraq: un'altra giornata di combattimenti e attentati

Dimensioni di testo Aa Aa

“Controlleremo Falluja entro sabato”. Ne sono convinti gli americani che oggi hanno portato avanti la loro offensiva “Phantom Fury” contro la città ribelle sunnita. Sulle zone nord-occidentali della città. Oltre all’artiglieria, è intervenuto anche un cacciabombardiere.

Le forze statunitensi hanno dichiarato di aver ucciso 600 insorti, mentre le cifre diffuse ieri erano nettamente inferiori, meno di un centinaio di vittime. I soldati americani avrebbero trovato tre ostaggi iracheni negli scantinati di uno degli edifici della città. Già ieri avevano riferito che nelle abitazioni erano state trovate tracce dei prigionieri. Problemi anche a Mossul, terza città irachena nel nord del paese. Le autorità locali sembrano aver perso il controllo della situazione dopo i ripetuti assalti contro le stazioni di polizia. A Kirkuk il fallito attentato contro il governatore della città ha fatto 14 feriti. A Baghdad il bilancio è stato piú pesante: un’autobomba ha fatto almeno 17 morti e una ventina di feriti. Tre vittime certe e una ventina di feriti nelle ultime 24 ore anche a Ramadi, nel cosiddetto triangolo sunnita a nord-ovest della capitale.