ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq ennesima strage: più di 30 morti a Samarra

Lettura in corso:

Iraq ennesima strage: più di 30 morti a Samarra

Dimensioni di testo Aa Aa

Cronaca dell’ennesima strage, in Iraq. Quattro esplosioni in tre ore e a Samarra si è scatenato l’inferno. 37 i morti, una 60ina i feriti. Tra le 9.30 e le 12.30 quattro auto imbottite di esplosivo sono saltate in aria a poca distanza una dall’altra. La prima ha preso di mira il municipio della città. Mentre i soccorritori si prendevano cura dei feriti una seconda vettura è saltata in aria poco distante, all’esterno di un commissariato. 23 le vittime, una quarantina i ricoveri in ospedale. Un convoglio di militari americani che si stava dirigendo sul posto è stato investito da una terza esplosione che ha provocato solo qualche ferito. Approfittando del caos una decina di uomini armati ha assaltato alcune stazioni di polizia provocando altre 4 vittime. Alle 12.30 la quarta deflagrazione: colpito un altro commissariato: dieci gli agenti che hanno perso la vita.

A Falluja intanto l’attacco finale si avvicina. Tutti gli appelli del governo iracheno alla popolazione locale perchè consegni i terroristi legati ad Al Zarqawi sono caduti nel vuoto. L’unico modo per normalizzare la roccaforte del leader legato ad Al Qaida è raderla al suolo dopo aver sfollato i civili. È il piano concordato dal governo iracheno con le forze americane. Per la ricostruzione della città sono pronti 31 milioni di euro. 150 mila residenti hanno già abbandonato le proprie case. Gli altri 100 mila si apprestano a farlo. Molti hanno trovato ospitalità a Bagdad. 12 mila si sono rifugiati in un complesso turistico a 20 chilometri a ovest di Falluja. Resistono, in condizioni difficili, sperando di poter rientrare presto nella loro città.