ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Unione Europea tende la mano all'Irak

Lettura in corso:

L'Unione Europea tende la mano all'Irak

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Europa deve dare un segnale forte per la ricostruzione dell’Irak. Lo ha annunciato la presidenza olandese, in apertura della seconda giornata del vertice europeo. I capi di stato e di governo hanno ricevuto oggi la visita del premier iracheno Iyad Allawi, cui hanno offerto 30 milioni di euro per la preparazione delle elezioni a gennaio.

All’incontro non ha partecipato Jacques Chirac. Il presidente francese ha lasciato Bruxelles, ufficialmente per andare negli Emirati Arabi Uniti e porgere le condoglianze dopo la morte del capo di stato. Di fatto è probabile che le critiche del primo ministro iracheno Allawi alla Francia abbiano finito per irritare Parigi.

Prima di pranzare con Allawi, i venticinque hanno discusso di immigrazione e delle condizioni di Yasser Arafat. I leader europei hanno inviato un messaggio di solidarietà al popolo palestinese, riaffermando l’intenzione di collaborare con la futura dirigenza per la pace in Medioriente.

Ieri i capi di stato e di governo hanno approvato la nuova Commissione presentata dal presidente Barroso. Franco Frattini sarà il commissario italiano al posto di Buttiglione.