ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Europa spera di recuperare le relazioni con gli Stati Uniti

Lettura in corso:

L'Europa spera di recuperare le relazioni con gli Stati Uniti

Dimensioni di testo Aa Aa

Il vertice di Bruxelles si è svolto a soli due giorni dalle elezioni americane. “I leader europei devono affrontare la nuova realtà”- ha dichiarato il primo ministro britannico Tony Blair a margine del summit. Un messaggio indiretto alla Francia. Lo strappo con l’amministrazione Bush, creato dalla guerra in Irak non é stato mai ricucito. Ora, secondo Blair, è tempo di guardare avanti.

Ma devono essere i francesi a fare il primo passo, avverte l’ambasciatore degli Stati Uniti all’Unione Europea. “Se ci sarà un cambiamento nell’attidudine della Francia verso gli Stati Uniti, penso che risponderemo allo stesso modo- spiega Rockwell Schnabel ai microfoni di EuroNews. La Francia è stata un partner particolarmente difficile. L’attitudine tedesca sta invece chiaramente cambiando, e stiamo facendo molto. Per anni abbiamo avuto relazioni con la Francia, speriamo naturalmente che siano riparate. Gli affari con la Francia vanno attualmente abbastanze bene. Ci sono alcuni problemi a livello politico con la leadership. E ripeto speriamo che siano superati prima possibile. Ho fiducia ma ci vorrà tempo.”

Alle divergenze politiche si aggiungono una trentina di guerre commerciali con l’Europa. Pragmatico il commento del primo ministro del Lussemburgo, Jean Claude Junker:

“I governi dell’Unione europea devono collaborare con tutti i presidenti americani e tutte le amministrazioni indipendentemente da quale siano. Conosciamo il signor Bush e lui ci conosce. Credo che da una parte all’altra dell’Atlantico, abbiamo capito che bisognerà approfondire le relazioni transatlantiche per farle uscire dallo status quo, non soddisfacente” .