ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Europa ritrova l'unità rispetto alla crisi irachena

Lettura in corso:

L'Europa ritrova l'unità rispetto alla crisi irachena

Dimensioni di testo Aa Aa

Al termine del vertice europeo, i capi di stato e di governo dell’Unione hanno offerto al primo ministro iracheno Iyad Allawi 30 milioni di euro per l’organizzazione delle elezioni, e l’invio di una missione di esperti per formare poliziotti e personale amministrativo. In vista anche un accordo commerciale.

In conferenza stampa a Bruxelles il premier iracheno ha voluto smorzare le polemiche accese dalle dichiarazioni rilasciate ieri, quando ha definito “spettatori”, i paesi reticenti ad impegnarsi in Iraq. Secondo Allawi questa visita ha segnato il rientro dell’Iraq nella comunità internazionale. Alla riunione hanno partecipato tutti i leader europei tranne uno. Jacques Chirac ha disertato l’impegno per recarsi negli Emirati Arabi Uniti e porgere le condoglianze per la scomparsa del capo di stato. “Non mi sono mai rifiutato di incontrare il primo ministro Allawi- ha detto il presidente della repubblica francese. Del resto, l’ho già incontrato al G8 negli Stati Uniti. Il primo minisro iracheno ha una certa personalità, a volte fa dichiarazioni che possono sedurre piú o meno. Non ho alcun problema con le autorità irachene” In passato Allawi aveva criticato l’attitudine della Francia nella crisi irachena. Per non creare un incidente diplomatico il capo di stato francese ha invitato a Parigi, il presidente iracheno Ghazi Al-Yawar.