ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arafat: controverso anche il luogo della sua sepoltura

Lettura in corso:

Arafat: controverso anche il luogo della sua sepoltura

Dimensioni di testo Aa Aa

Venerdì, giornata di preghiera per i mussulmani. Ma oggi non è un venerdì qualunque per i circa 100mila palestinesi che a Gerusalemme, sulla Spianata delle Moschee, hanno pregato per il loro leader.

Ancora un anno fa Arafat sognava di veder issare la bandiera palestinese sulle mura della Città Santa. Gerusalemme capitale della Palestina, il suo sogno, non l’unico. Venire sepolto dove sorge la Moschea di Al Aqsa, terzo luogo sacro dell’Islam, è un altro. Un sogno impossibile, dice Israele, diventerebbe un luogo di pellegrinaggio, ingestibile dal punto di vista della sicurezza. “Il governo non darà mai l’autorizzazione alla sua sepoltura a Gerusalemme, dice Sylvain Shalom, ministro degli esteri israeliano. Riteniamo che non sia il luogo adeguato.” La Spianata delle Moschee è un luogo sacro anche per gli ebrei, che la chiamano il Monte del Tempio, in quanto sorge dove si trovava il tempio di Erode, distrutto dai Romani nel 70 d.C. “Sarebbe una concessione di alto valore simbolico, dice Danny Rubinstein, editorialista del quotidiano Haaretz. Farlo sepellire lì significa che Israele riconosce che i palestinesi hanno un qualche diritto politico.” Quali alternative, allora? Si parla di Abu Dis, alla periferia di Gerusalemme. Oppure di Gaza, o Ramallah, dove Arafat è vissuto negli ultimi tre anni. A Gaza sono sepolti il padre e la sorella di Arafat. Per Israele è la soluzione ideale, visto che la possibilità di un ritiro dalla Striscia esiste già sulla carta, e non si porrebbero più problemi di sicurezza in quello che è destinato a diventare un luogo di pellegrinaggio. Per i palestinesi comunque Abu Dis è inaccettabile, uno schiaffo morale visto che la Spianata delle Moschee è ben in vista ma la zona è tutt’altro che prestigiosa. “La Moschea di al Aqsa è Gerusalemme, là è Gerusalemme, dice un residente, è lì che va sepolto.” “Se Dio vorrà esaudiremo il suo desiderio, dice un altro, a costo di morire o di pagarla cara.” Così i palestinesi, ma il tracciato del muro di separazione pare tenga conto del lotto assegnato alla tomba di Arafat nella periferica Abu Dis…