ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Volkswagen: scioperi contro il taglio dei costi


società

Volkswagen: scioperi contro il taglio dei costi

Un esercito di 12 mila dipendenti contro il taglio dei costi annunciato da Volkswagen. La mobilitazione ha interessato le principali sedi del gruppo automobilistico leader in Europa e ha anticipato la sesta tornata negoziale di oggi tra vertici aziendali e sindacati.

I lavoratori chiedono salari piú alti e garanzie occupazionali. L’azienda risponde con l’intenzione di congelare gli stipendi per due anni. “La direzione si rende conto – dichiara il capo negoziatore del sindacato Hartmut Meine- che Ig Metall ha una doppia strategia: far aumentare la pressione e allo stesso tempo negoziare. Vogliamo far muovere la direzione affinché qualcosa si sblocchi alla Volkswagen. E siamo abbastanza ottimisti riguardo alla possibilità di raggiungere i nostri obiettivi”. E nel caso in cui le speranze non fossero state ben riposte, il sindacato ha già annunciato un maxi sciopero, che coinvolga, per la prima volta anche la sede principale della casa, nella Germania occidentale. Il taglio dei costi prospettato dall’azienda ha come obiettivo il risparmio di 2 miliardi di euro da qui al 2011. Una misura necessaria, insistono i vertici, per evitare la soppressione di posti di lavoro. I profitti di Volkswagen sono in calo da sette trimestri.
Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

società

Francia: fusione Snecma-Sagem, per il quarto gruppo europeo della difesa