ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Wall Street: 75 anni fa, il crollo storico

Lettura in corso:

Wall Street: 75 anni fa, il crollo storico

Dimensioni di testo Aa Aa

I giorni che scioccarono il mondo: settantacinque anni fa, il crack di Wall Street mise improvvisamente fine ad un periodo di prosperità mai visto prima, ed ai sogni di una generazione. Il 24 ottobre fu un giovedì nero, fu seguito da un venerdì altrettanto nero, e la chiusura del fine settimana non aiutò più di tanto: il lunedì successivo, fu lo psicodramma collettivo, che finì nel panico totale di martedì 29 ottobre: tutti a vendere, svendere. Se ne andarono in fumo cinquanta milioni di dollari al minuto. Migliaia di persone furono completamente rovinate, il Dow Jones in pochi giorni aveva perso i tre quarti del valore iniziale.

“A quell’epoca – spiega Art Cashin, analista finanziario – il mercato era sceso per qualche giorno, ed era un buon momento per investire con la prospettiva di ricavare un buon margine. In altre parole, molti avevano preso soldi in prestito per comperare azioni, pensando che sarebbero poi salite all’infinito. Ma quando sono ridiscese e gli investitori non avevano più copertura per quelle azioni, furono obbligati a vendere, a qualunque prezzo” La crisi di Wall Street innescò una recessione mondiale, e in tre anni il Dow Jones perse il novanta per cento del valore iniziale. Allora come oggi, incise anche una certa contabilità allegra dei fondi di investimento. E sono in molti a dire che una crisi del genere potrebbe ripetersi. La differenza però è che, al di là di alcuni incidenti di percorso, la comunicazione finanziaria oggi è un’altra cosa, e il governo e la Federal Reserve intervengono con maggior prontezza, grazie all’esperienza.