ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage di reclute in Iraq

Lettura in corso:

Strage di reclute in Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

Una cinquantina di corpi allineati in una strada a nord est di Bagdad: è stata un’esecuzione in piena regola contro il nuovo esercito iracheno. Le vittime ieri notte sono state fatte sdraiare e poi freddate la maggior parte con un colpo alla testa. Erano quasi tutte reclute di ritorno da venti giorni di addestramento nella base di Kirkuk, erano dirette ad Amara e Kut, loro città d’origine. Tra i morti figurano anche alcuni civili, probabilmente gli autisti dei mezzi militari. Un altro episodio di sangue ha segnato questa domenica irachena: un colpo di mortaio ha ucciso un ufficiale della sicurezza dell’ambasciata statunitense a Bagdad. E’ il primo diplomatico americano a perdere la vita in Iraq. La sua vettura è stata raggiunta dal fuoco dei guerriglieri lungo una strada che conduce all’aeroporto.