ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Presidenziali tunisine: scontata la confemra di Ben Ali

Lettura in corso:

Presidenziali tunisine: scontata la confemra di Ben Ali

Dimensioni di testo Aa Aa

Applaudito per la vittoria ancora prima del risultato ufficiale. Per il presidente uscente tunisino Zine el Abidine Ben Ali attendere è quasi superfluo, perché il verdetto delle urne è praticamente scontato.

A votazioni ultimate, i seggi si sono chiusi prima del solito per il ramadan, Ben Ali era certo di avere in tasca il suo quarto mandato, con almeno l’80 per cento dei di suffragi, sebbene le preferenze potrebbero persino superare il 99 per cento come era successo cinque anni fa. Il raís stringe le redini della Tunisia da 17 anni: alleato dell’occidente, in grado di garantire stabilità politica ed economica al paese piú moderno del Maghreb, Ben Ali detiene tutti i poteri. E’ fortemente criticato sul piano dei diritti umani in particolare dopo l’adozione della legge antiterrorista che a detta di diverse organizzazioni attenta ai diritti dei cittadini, della società e della stampa. Tra gli altri tre candidati alla presidenza, soltanto Mohamed Ali Haluani ha osato sfidarlo con tono da oppositore: docente di filosofia, dalla parte dei democratici tunisini, era consapevole di non avere possibilità di vittoria, ma ha voluto dimostrare, testuali parole, che “infrangere un tabú è possibile”.