ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Commissione europea dichiara guerra al fumo

Lettura in corso:

La Commissione europea dichiara guerra al fumo

Dimensioni di testo Aa Aa

Per far guerra al fumo la Commissione europea ha scelto le maniere forti, anzi le immagini forti. È stata presentata a Bruxelles la nuova campagna antitabacco sostenuta da molti divi del pallone. 72 milioni di euro per diffondere il messaggio che fumare fa male e non è di moda.

Un messaggio affidato a immagini shock che saranno diffuse da televisioni e giornali. Ma per rendere la campagna davvero efficace a ciascun stato membro la Commissione rivolge un invito: obbligare le case produttrici a riprodurre le immagini sui pacchetti di sigarette. Ma anche chi non ha paura di ammalarsi di tumore e non è interessato a un sorriso smagliante, farebbe meglio a smettere. David Byrne, commissario europeo alla salute, spiega perchè. “Fumare riduce la circolazione sanguigna e causa l’impotenza. Questa coppia non sembra molto felice. Credo davvero che nella vita ci sia di meglio che fumare”. Sigarette e lenzuola, insomma, non vanno d’accordo. Questo il messaggio rivolto ai giovani. La precedente campagna sponsorizzata dalla Commissione europea “Sentiti libero di dire di no” ha avuto ottimi riscontri. Giusto proseguire sul solco tracciato. La Commissione si rivolge anche agli studenti delle scuole: i migliori elaborati contro il fumo saranno premiati.