ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina: premiati gli sforzi del governo, l'economia rallenta

Lettura in corso:

Cina: premiati gli sforzi del governo, l'economia rallenta

Dimensioni di testo Aa Aa

L’economia cinese cresce ancora troppo: nonostante un netto rallentamento, la marcia prepotente della repubblica popolare sul mercato internazionale preoccupa ancora molto. All’estero, e in Cina. Perché il ritmo rischia di rivelarsi insostenibile. Il governo, che aveva recentemente adottato una serie di misure per raffreddare la crescita, tira comunque un sospiro di sollievo, giacché – e lo si vede anche da questo grafico – sembra funzionare: dalla crescita-record del primo trimestre di quest’anno, il rallentamento è evidente. La media sui nove mesi è del 9,5%, ma il governo punta ad un 7% a fine anno.

Certo, la situazione è delicata: troppa crescita fa male, ma una frenata troppo brusca potrebbe fare peggio. Alan Whitley, analista economico, conferma che si è verificato un rallentamento della crescita del Prodotto Interno Lordo, “ma – aggiunge – bisogna tener conto dell’importanza della Cina per la crescita economica mondiale. Molti paesi – come Argentina, Canada, Cile – soffrirebbero molto presto se vi fosse una brusca frenata della crescita cinese”. Al momento giusto, quindi, Pechino dovrà essere pronta a rivedere parte delle misure adottate, per non tirare troppo il freno: per ora, però, non se ne parla, anche perché la produzione industriale, in settembre, è cresciuta più del previsto. Incoraggianti invece i dati sugli investimenti, in calo sui nove mesi, e sull’inflazione: il dato tendenziale annuo è al 5,2%, in calo rispetto ai record dell’estate.