ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bielorussia. Sanzioni dagli Usa. Lukashenko risponde a muso duro

Lettura in corso:

Bielorussia. Sanzioni dagli Usa. Lukashenko risponde a muso duro

Dimensioni di testo Aa Aa

Una vittoria schiacciante. Ma piena di ombre.In base ai risultati definitivi resi pubblici dalla commissione elettorale bielorussa i si al referendum costituzionale che consente al presidente Alexandr Lukashenko di ricandidarsi a oltranza avrebbero sfiorato l’80%.

Percentuali da capogiro. Che hanno indignato l’opposizione interna che parla di “farsa elettorale” e denuncia frodi e brogli.E che continuano a suscitare le proteste della comunità internazionale.Ieri il Consiglio d’Europa ha chiesto agli stati membri il varo di sanzioni mirate contro il regime bielorusso.Gli Stati Uniti le sanzioni le hanno già varate.Bush ha firmato la legge approvata qualche giorno fa dal Congresso che prevede il sostegno attivo alle organizzazioni bielorusse che lottano per la difesa delle libertà fondamentali e per la promozione della democrazia. Una decisione duramente criticata da Alexandr Lukashenko ma anche da Mosca che ricorda come le sanzioni in base alla carta Onu possono essere imposte soltanto dal Consiglio di Sicurezza. Anche l’opposizione bielorussa che negli ultimi giorni si è mobilitata contro il referendum scendendo a piu riprese in piazza è stata presa in contropiede dalla decisione americana. Pur apprezzando l’attenzione riservata alla grave situazione in atto nel paese il fronte anti Lukaschenko teme a pagare il prezzo delle sanzioni possa essere la gente comune.