ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: la deregulation delle tasse universitarie scatena le ire studentesche

Lettura in corso:

Portogallo: la deregulation delle tasse universitarie scatena le ire studentesche

Dimensioni di testo Aa Aa

Sul piede di guerra la popolazione universitaria in Portogallo. Un movimento di protesta iniziato ieri al prestigioso ateneo di Coimbra, il più antico del paese, si sta diffondendo nelle altre università. La protesta è contro la cosiddetta “propina”, una tassa supplementare fissata in passato dallo stato, e uguale per tutti, e che da quest’anno dovrebbe variare da un ateneo all’altro, con grosse disparità, da circa 400 euro agli oltre 800 di Coimbra.

Negli scontri di ieri pomeriggio con la polizia, che sembra sia ricorsa ai gas lacrimogeni, almeno tre persone sono rimaste ferite; un giovane è stato fermato. “Da quando il Portogallo è un paese democratico non è mai successa una cosa del genere”, dice il presidente dell’associazione studentesca. “Quelli che chiamate scontri sono stati solo tafferugli, dice ai giornalisti il ministro degli interni portoghese, Daniel Sanches, quanto all’uso di lacrimogeni non mi risulta.” Gli studenti chiedono le dimissioni del rettore: ieri, all’uscita della riunione del senato accademico, si è sfiorato il linciaggio.