ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Turchia può contare sui verdi

Lettura in corso:

La Turchia può contare sui verdi

Dimensioni di testo Aa Aa

I deputati europei del gruppo hanno garantito il loro sostegno all’avvio dei negoziati per l’adesione del paese all’Unione. A Istanbul, dove si svolge la conferenza sulla relazioni tra la Turchia e l’Unione europea, i deputati verdi hanno applaudito al nuovo corso. “Ma essere amici della Turchia – hanno precisato – non significa dare per scontato che il paese abbia già assolto a tutti i suoi obblighi di cambiamento”.

“L’aver soppresso la Corte di Sicurezza dello Stato – ha affermato l’europarlamentare francese Helene Flautre – è stato un bene. Ma c‘è il rischio che a giudicare Leyla Zana siano gli stessi giudici di prima”. Venerdì si apre ad Ankara il terzo processo all’ex deputata turca, attivista per i diritti dei curdi, accusata di sostegno ai ribelli e già condannata a 15 anni di prigione. Cem Ozdemir, eurodeputato dei verdi tedeschi, ma turco d’origine, è convinto che la riforma del codice penale porterà cambiamenti reali. “Un sacco di miei amici in Turchia, nel mirino della legge da molti anni, tirano finalmente un sospiro di sollievo. Ora dei problemi si può parlare, prima era vietato. Ma non significa che tutti i problemi siano risolti. Il nuovo codice è molto meglio di quello che c’era prima, ma, rispetto agli standard europei, deve essere ancora migliorato”. Il 17 dicembre i paesi membri dell’Unione dovranno decidere se dare o no il via ai negoziati con Ankara.