ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, un colpo di mortaio a Sadr City uccide tre persone

Lettura in corso:

Iraq, un colpo di mortaio a Sadr City uccide tre persone

Dimensioni di testo Aa Aa

Tre persone sono state uccise e nove ferite da un colpo di mortaio sparato contro un punto di raccolta armi a Sadr City. È in questo sobborgo sciita di Baghdad che da lunedì è in corso il disarmo delle milizie del leader estremista Moqtada al Sadr, dopo il raggiungimento di un accordo con gli americani. La consegna doveva terminare venerdì, ma è stata prorogata di quattro giorni.

Si è lontani invece da un accordo a Falluja dove l’aviazione statunitense ha intensificato i raid per colpire i fedelissimi di al Zarqawi, che si pensa trovino riparo nella città. Il primo ministro iracheno aveva minacciato mercoledì di scagliare una vasta offensiva su Falluja se i suoi abitanti non consegneranno il terrorista giordano alle autorità. Sul piano politico la situazione d’insicurezza in Iraq sta facendo cambiare strategia ai governi della coalizione. L’ultimo in ordine di tempo è quello italiano che per bocca del ministro della difesa ha fatto intravedere un possibile disimpegno a partire dal 2005. Martino ha escluso un ritiro immediato ma, ha detto, “dopo le elezioni irachene che legittimeranno il governo non è scartata l’ipotesi della riduzione del contigente italiano”. Sono 3264 I militari italiani in Iraq impegnati nell’operazione Antica babilonia, la maggior parte di stanza a Nassiriya.