ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Commissari contestati. L'Europarlamento rinvia la palla al futuro presidente della Commissione Europea

Lettura in corso:

Commissari contestati. L'Europarlamento rinvia la palla al futuro presidente della Commissione Europea

Dimensioni di testo Aa Aa

I presidenti dei gruppi parlamentari hanno rinunciato a prendere una posizione collettiva e hanno deciso di inviare lettere contenente i pareri delle commissioni parlamentari sulle audizioni dei commissari designati a José Manuel Durao Barroso in vista dell’incontro che avranno con lui la prossima settimana.

Ma Barroso ancor prima di informare il parlamento ha già affermato davanti alla stampa che intende confermare Buttiglione. Dichiarazione che ha indispettito Martin Schulz, presidente del gruppo socialista europeo: “Se il presidente designato Barroso continua cosi’ potrebbe fare esperienze sgradevoli. Gli consiglio di comportarsi un po’ piu’ seriamente” Un velato avvertimento a evitare la crisi giunge anche da parte di Hans Gert Poettering il capogruppo dei Popolari europei: “Spetta al futuro presidente della commissione Barroso prendere una decisione. Deve leggere le lettere del Parlamento ed e’ ora sua responsabilita’ dare delle risposte” A surriscaldare l’atmosfera è giunta ieri la dichiarazione di Mirko Tremaglia ministro per gli Italiani all’estero che ha utilizzato termini spregiativi nel definire omosessuale la maggioranza dei rappresentanti delle istituzioni europee. Alla richiesta – in conferenza stampa – di un commento sulle dichiarazione del ministro italiano – il presidente Borell è stato colto di sorpresa: “Non ero al corrente, mi è stato appena fatto un riassunto, trovo la frase inappropriata” Una decisione dovrà essere presa il 21 ottobre prossimo, solo sei giorni prima del voto d’investitura della Commissione, quando i capigruppo del Parlamento Europeo incontreranno il presidente Barroso. Ma per la prima volta nella storia della Commissione Europea il futuro esecutivo è sotto minaccia: l’Europarlamento non puo’ eliminare un unico commissario ma solo promuovere o bocciare in blocco il team Barroso.